#amministrative2021, M5s: «Puntiamo sull’agricoltura di qualità»

0

GROSSETO  – “Il Movimento 5 stelle intende puntare alla promozione di un’agricoltura di qualità, che nutra la città coinvolgendo le aziende in scelte colturali mirate a produrre alimenti sani per cittadini e per i turisti”.

Sull’argomento agricoltura interviene Antonella Pisani del Movimento 5 stelle Grosseto.

“Questo sarà possibile – afferma -grazie alla collaborazione con l’istituto tecnico agrario cittadino e le università toscane. Un lavoro mirato alla diffusione e al successo delle comunità del cibo e dei gruppi di acquisto solidale che hanno definito un patto territoriale tra produttori/trasformatori e consumatori, dove viene garantito il giusto compenso ai primi e il giusto prezzo ai secondi grazie a un sistema di garanzia partecipata”.

“Una cultura diffusa legata al risparmio idrico – prosegue – permetterà di gestire in maniera ottimale la risorsa anche tramite la diffusione di impianti di riciclo e fitodepurazione. Grande attenzione dovrà essere data alla creazione di invasi necessari per arginare le piene e combattere il cuneo salino. Invasi che saranno una preziosa riserva di acqua per l’agricoltura. Riusciremo così a compensare la minore disponibilità idrica dovuta ai sempre più lunghi periodi di siccità. Con il Movimento 5 stelle al governo del capoluogo sarà riconosciuto il valore dell’agricoltura contadina, in quanto presidio capillare dei territori in termini di salvaguardia del paesaggio, manutenzione degli equilibri idrogeologici, preservazione della biodiversità (agricola e non solo), rivitalizzazione delle tradizioni gastronomiche. Esso sarà anche un’importante fonte di (auto)occupazione e modello di economia ecosostenibile”.

“L’intento è di spingere agricoltori e contadini ad abbandonare i miti indotti di monoculture e meccanizzazione – aggiunge Pisani -. Questo sarà possibile attivando un servizio di assistenza tecnica pubblica gratuita per le piccole e medie aziende per liberarle dal peso delle pratiche burocratiche e dalla dipendenza dall’assistenza tecnica fornita dalle ditte produttrici di input produttivi o di commercializzazione della produzione, per accompagnarle in un percorso di riduzione dell’impatto ambientale e raggiungere l’obiettivo di una produzione sana ed ecosostenibile. Istituiremo una banca dei sementi a supporto di gruppi locali per la salvaguardia delle specie agricole (Civiltà Contadina, Azienda Agricola regionale della Maremma, Woofers Maremma, Rete semi rurali), promuovendo il recupero di sementi e coltivazioni tradizionali”.

“Insomma – conclude -, l’agricoltura è l’oro della Maremma, ma possiamo e dobbiamo fare meglio. Tutto sta nella volontà di chi amministra e nel voler davvero essere al passo con i tempi e offrire a chi opera in questo prezioso settore tutti gli strumenti per potenziare al meglio la propria attività. Queste sono solo alcune delle cose che faremo se i grossetani ci daranno fiducia”.

Condividi:

Lascia un tuo Commento